Gerardo Casucci, nuovo Presidente Confindustria Sezione Sanità Privata

08

06/2016


Laureato in Medicina e Chirurgia con specializzazione in Neurologia, è dal 1997 Responsabile dell’U.O. di Medicina Generale e del Servizio di Neurologia e Neurofisiopatologia Clinica della Casa di Cura San Francesco, realtà sanitaria storica del Sannio, di cui dal 2002 è anche Amministratore Delegato. E’ componente del Consiglio Direttivo, Responsabile Scientifico e docente ASC (Associazione per una Scuola sulle Cefalee); membro del Consiglio Direttivo ANIRCEF (Associazione Neurologica Italiana per la Ricerca sulle Cefalee); Socio Fondatore e membro del Consiglio di Amministrazione F.I.CEF. (Fondazione Italiana Cefalee).

Nell’ambito del Sistema Confindustriale, è stato Presidente della Sezione Sanità Privata di Confindustria Benevento nel quadriennio 2010/2014 e Vice Presidente nel biennio 2014/2016.

“Ringraziando- ha dichiarato Gerardo Casucci- il Presidente uscente, Sandro Tarantino, per il prezioso lavoro svolto, è mia ferma intenzione dedicare il tempo del mio mandato al pluralismo delle competenze e alla sinergia con le forze produttive locali, sanitarie e non. Ne è testimonianza la squadra da me proposta e approvata all’unanimità del nuovo Direttivo, composto da figure professionali specializzate nei settori provinciali sanitari più attivi e propositivi. In particolare, Stefano Parziale, Vice Presidente, con delega alla branca di Laboratorio Analisi, figura storica della sanità beneventana e da oltre un decennio persona di mia totale fiducia; Alfredo Minieri di Telese Terme, nome di eccellenza del termalismo italiano, con delega alla branca di sua pertinenza; Stefano Nordera, Amministratore della Clinica Villa Margherita di Benevento, con delega alla branca di Riabilitazione; Sandro Tarantino, del centro Ditar srl di Benevento, con delega alla branca di Radiologia. Ho chiesto a tutti i miei nuovi compagni di viaggio di avanzare proposte, idee e suggerimenti che ci spingano verso il futuro, adeguando i bisogni dell’utenza alle nuove strategie gestionali e alle crescenti innovazioni tecnologiche. Solo così la Sanità beneventana diventerà volano di economia e crescita sociale”.